La dispersione delle ceneri in mare è possibile, ma sussistono precise condizioni, da rispettare scupolosamente.

In primis, è ciò vale naturalmente per qualsiasi luogo scelto per la dispersione, ci deve essere la specifica espressione di volonta da parte del defunto. La legge infatti prevede che si possano disperdere le ceneri solo se espressamente richiesto dal defunto, attraverso una disposizione testamentaria, una dichiarazione, anche verbale, resa ai propri congiunti, o ancora attraverso l’iscrizione a un’associazione di cremazione.

In presenza dunque della volontà espressa dal defunto, la dispersione ceneri può avvenire, oltre che nei cimiteri, nelle aree private e in natura, anche in mare, a condizione che il Comune interessato rilasci una specifica autorizzazione.

Sulle modalità operative della dispersione è bene acquisire indicazioni dallo stesso Comune. Per certo, l’operazione dovrà avvenire in un tratto di mare non interessato da natanti e bagnanti e sempre a una distanza da riva maggiore di 100 mt.

I nostri tecnici sapranno darti indicazioni specifiche in funzione della destinazione prescelta e del comune interessato.